Tra la Fessura della Rocchetta e la Grotta del Secchio – 29/01/18

Il giorno 29 gennaio finalmente la prima uscita in grotta dell’anno, ma sempre con un occhio di riguardo per il rispetto e la tutela dei pipistrelli che in questo momento sono in letargo e implicano poche uscite nel periodo invernale. Prima tappa alla Fessura della Rocchetta di Pescorocchiano, grotta accatastata ma senza rilievo che ha suscitato la nostra curiosità per un’indagine più approfondita. L’ingresso molto stretto presenta uno scarso sviluppo dapprima orizzontale e poi verticale, ma dopo una decina di metri impraticabile a grandezza umana. Aspetto interessante invece sono state le sue colonie di batteri poste nella zona di penombra dell’ingresso, successivamente segnalate al sito Cave Microbial Survey, nella seguente scheda come contributo alla ricerca scientifica ipogea: https://vaccarelliilaria.wixsite.com/cavemicrobialsurvey/donate

La seconda tappa è stata la Grotta del Secchio, cavità affascinante e concrezionata, con la sua innumerevole serie di strettoie intervallate a piccole sale. Verso la parte finale del laminatoio uno stretto passaggio era completamente allagato e aveva formato un sifone, la nostra avventura finiva lì ponendoci come terza tappa della giornata i magnifici ravioloni di Rossella a Tufo! S.C.

Bookmark the permalink.

I commenti sono chiusi